Italiano

San Vito Teatro_Numero Primo

venerdì, 07 aprile 2017

Venerdì 7 aprile 2017, ore 20.45, Auditorium Comunale

 

Studio per un novo Album
testi di Gianfranco Bettin e Marco Paolini
con Marco Paolini

produzione: Jolefilm

Numero Primo è una storia che racconta di un futuro probabile fatto di cose, di bestie e di umani rimescolati insieme come si fa con le carte prima di giocare. Numero Primo è anche il soprannome del protagonista, figlio di Ettore e di madre incerta. Ma anche le cose e le bestie hanno voci e pensieri in questa storia.

Marco Paolini e Gianfranco Bettin, coautori di questo lavoro, sono partiti da alcune domande: Qual è il rapporto di ciascuno di noi con l’evoluzione delle tecnologie? Quanto tempo della nostra vita esse occupano? Quanto ci interessa sapere di loro? Quali domande ci poniamo e quali invece no a proposito del ritmo di adeguamento che ci impongono per stare al loro passo? Quanto sottile è il confine tra intelligenza biologica e intelligenza artificiale? Se c’è una direzione c’è anche una destinazione di tutto questo movimento?
Il termine antropocene è stato adottato dalla comunità scientifica per identificare una giovanissima era geologica caratterizzata dall’azione prevalente del fattore umano come causa di trasformazione del pianeta. Apparentemente l’antropocene è governato da un principio difficile da comprendere per il mondo scientifico: la moda. Tutto ciò che non è di moda fatica a sopravvivere, o si estingue: vale per le cose, per gli animali, per le istituzioni, per le buone idee e per le migliori intenzioni. L’antropocene è la più volubile era geologica mai vista sul pianeta. Le nuove tecnologie sono di moda per definizione, ma spesso invecchiano in fretta generando però nuove attese.
E se a cambiare rapidamente non fossero solo le cose e gli scenari intorno a noi, ma noi stessi, un po’ per scelta e un po’ per necessità? E in tal caso verso quale direzione o destinazione? Dovremo forse chiederlo alla moda.


«Ho un’età in cui non sento il bisogno di guardare indietro, di ricostruire, preferisco sforzarmi di immaginare il futuro, così farò un Album con nuovi personaggi. Parlerò della mia generazione alle prese con una pervasiva rivoluzione tecnologica. Parlerò dell’attrazione e della diffidenza verso di essa, del riaffiorare del lavoro manuale come resistenza al digitale. Parlerò di biologia e altri linguaggi, ma lo farò seguendo il filo di una storia più lunga che forse racconterò a puntate come ho fatto con i primi Album».
Marco Paolini

BIGLIETTI
Interi € 19
Ridotti € 16
Ridotti studenti € 10

Concerto del Coro Polifonico di Ruda
Posto unico numerato € 8
Ridotti € 5

ABBONAMENTI a 9 spettacoli
Interi € 125
Ridotti € 100
Ridotti studenti € 60


CAMPAGNA ABBONAMENTI c/o Ufficio IAT:
dal 15 al 18 ottobre dalle ore 10.00/12.30 e dalle 16.00/19.00 conferma vecchi abbonati
dal 22 al 25 ottobre dalle 10.00/12.30 e dalle 15.00/18.00 conferma vecchi abbonati
il 26 e 27 ottobre dalle 10.00/12.30 cambio posti
dal 29 ottobre con orari ufficio IAT campagna nuovi abbonamenti

PRENOTAZIONE E PREVENDITE BIGLIETTI:
Punto IAT t. 0434/80251
iat.sanvitoaltagliamento@gmail.com