Italiano

CCR - Consiglio Comunale dei Ragazzi

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) di San Vito al Tagliamento è stato istituito il 6 giugno 2003, con delibera consiliare n. 40, su proposta delle classi IV e V della scuola primaria "A.L. Moro". Il progetto è nato dalla riflessione sulla "Carta dei Doveri Umani" ideata dal premio Nobel Rita Levi Montalcini e promossa dal Rotary Club di San Vito. Nell'ottobre 2003 anche tre classi prime della scuola media "N. Tommaseo - P. Amalteo" hanno aderito all'iniziativa.

Finalità

Porre le basi per la formazione del cittadino affinché prenda coscienza di far parte di una comunità e sia capace di comprendere i problemi di tutti e proporre delle soluzioni.

Obiettivi generali

Favorire negli studenti la maturazione del senso di responsabilità personale e della solidarietà.

Comprendere l'importanza dell'impegnarsi in prima persona per risolvere i problemi della comunità.

Assumere consapevolezza che l'appartenenza alla comunità dà diritto ad essere attenti interlocutori degli amministratori i quali si impegnano ad ascoltare i punti di vista e le idee di tutti.

Conoscere la nostra comunità, la sua storia e gli enti che l'amministrano.

Ruoli e compiti
La Scuola

Promuove la formazione civica e il protagonismo dei ragazzi affinché diventino dei bravi cittadini.

Educa e stimola i ragazzi al confronto e alla partecipazione attiva nella comunità.

Favorisce la comprensione dei problemi comuni, stimolando i ragazzi a trovare soluzioni condivise.
Gli Insegnanti

Favoriscono il confronto tra “eletti ed elettori” nell’ambito della propria classe, attraverso “audizioni” o “dibattiti”.

Aiutano i ragazzi ad elaborare, attraverso lavori singoli e di gruppo, i temi di discussione che trovano nel Consiglio Comunale dei Ragazzi il momento di sintesi e di proposta per istituire commissioni operative specifiche.
I Consiglieri del CCR

Devono rappresentare la loro classe e le relative idee nelle sedute di consiglio.

Sono chiamati a riportare le decisioni del CCR al proprio gruppo classe.

Devono riportare in classe, supportati dagli insegnanti e dai facilitatori, quanto emerso dalle commissioni a cui hanno deciso di far parte.

Devono impegnarsi a partecipare alle sedute del consiglio (ne sono previste 3 all’anno) e ad una commissione di lavoro (sono previsti 4 incontri l’anno).
Gli alunni delle Scuole

Possono esporre in classe ai loro consiglieri le esigenze e le idee da portare al CCR.

Possono far parte delle commissioni operative del CCR con un ruolo di supporto nella realizzazione delle iniziative.
I Genitori delle Scuole

Possono collaborare alla realizzazione delle attività previste dal CCR e dalle commissioni di lavoro.
L'Ufficio Istruzione e Formazione e il Servizio Politiche Giovanili del Comune di San Vito al Tagliamento

Hanno il compito di favorire il buon funzionamento del CCR attivando la collaborazione tra gli insegnanti, gli alunni delle scuole e l’Amministrazione Comunale di San Vito.

Mettono a disposizione gli educatori/animatori con il ruolo di facilitatori, al fine di coordinare e promuovere il lavoro svolto dal CCR, dalle commissioni, dagli insegnanti e dall’amministrazione comunale.

Coordinano il lavoro delle Commissioni proposte dal CCR.
La Segreteria della Presidenza del Consiglio Comunale

Redige i verbali delle sedute del Consiglio Comunale dei Ragazzi.

Diffonde le informative rispetto alla convocazione del CCR.
Il Presidente del Consiglio o suo delegato

Presiede le sedute del CCR fissando l’ordine del giorno e garantendone il corretto svolgimento.

Accoglie le eventuali interrogazioni, interpellanze o mozioni dei consiglieri.

Si fa garante nel riportare le questioni emerse dal CCR al Consiglio Comunale o alla Giunta Comunale.