Italian

La battaglia del verde

SAN VITO AL TAGLIAMENTO Forza Italia denuncia lo stato di abbandono

Centis: «Stiamo intervenendo "a misura di bambino"»


12/07/2007

San Vito al Tagliamento

Verde cittadino in stato d'abbandono: la denuncia arriva da Forza Italia. "È passato un anno esordisce il gruppo di Forza Italia di San Vito - da quando la città San Vito si mostrava in una veste coreografica da far invidia persino alle città più rinomate. Un maquillage di tutto effetto nel periodo pre-elettorale: aiuole, parchi e aree adibite a verde pubblico messe in ordine, quasi a regola d'arte". A distanza di circa un anno dal periodo delle elezioni, lo stato delle cose, però, sarebbe cambiato.

La situazione si è rovesciata: tutto versa in uno stato di cattiva manutenzione e quasi abbandono. I forzisti sanvitesi puntano quindi il dito sugli amministratori cittadini perché a tutt'oggi non stanno proseguendo le linee marcate l'anno passato.Nel nostro territorio continuano gli azzurri - gli spazi verdi riservati a bambini e famiglie sono inadeguati, incompleti e per quei pochi presenti c'è scarsa manutenzione (giochi danneggiati, erba alta, quella tagliata viene abbandonata sul terreno eccetera). Ci sono peraltro zone, adibite ad aree verdi, dove i bambini hanno serie difficoltà a utilizzarle in quanto limitrofe a strade con alta densità di traffico e pertanto pericolose (vedi per esempio Favria e viale del Mattino). Gli esponenti di Forza Italia si chiedono quindi quali siano le intenzioni dell'Amministrazione, e intanto propongono una serie di soluzioni. Ci vorrebbero più strutture per i bambini, panchine, tavoli, verde e chioschi dove ci si potrebbe ingegnare con l'organizzazione di diversivi con la musica o giochi di compagnia.

Sulla questione, risponde l'assessore all'Ambiente, Tiziano Centis. «In tema di spazi verdi riservati a bambini e famiglie - afferma - nei mesi scorsi, qualcosa è stato sicuramente fatto. Il Servizio politiche giovanili del Comune ha interagito con il Consiglio comunale dei ragazzi ed è stato costituito un apposito gruppo per redigere una mappa delle aree pubbliche comunali. Questa mappa, inoltre, contiene la fotografia delle aree attrezzate con giochi e passatempi ludici. L'iniziativa non solo ha coinvolto i ragazzi in prima persona incentivandoli a utilizzare gli spazi verdi come aree aggregative, ma ci ha permesso di capire se e dove intervenire per migliorare lo stato delle cose. Un percorso che chiede più tempo, ma permette di intervenire a misura di bambino. Non appena avremmo ricevuto la relazione del progetto, penseremo a una serie di interventi mirati».

E.M.

dal Gazzettino on-line