Italian

Querelle sulla raccolta rifiuti, i forzisti rincarano la dose

03/05/2007

SAN VITO. Non sono ancora soddisfatti delle risposte fornite dall’amministrazione comunale in merito alla questione rifiuti, i due rappresentanti di Forza Italia, Antonio Bornacin e Iacopo Chiaruttini, che rincarano la dose. «L’assessore Centis e l’amministrazione comunale – affermano in una nota - si affannano a cercare di dimostrare che tutto va bene». Bornacin e Chiaruttini avevano sollevato la questione della pulizia e dell’efficienza delle ecopiazzole, nonché dei disagi e dei costi legati al nuovo sistema di raccolta rifiuti. «L’adeguamento del costo della raccolta del bidone del secco (+ 55%) – continuano i forzisti -, la possibilità di aumentare il ciclo della raccolta dei rifiuti fuori dalle mura, la riduzione delle tariffe con la raccolta del rifiuto “pulito”: su questo vogliamo risposte chiare». Riguardo alle ecopiazzole, aggiungono: «Invitiamo quindi l’assessore Centis ad uscire più spesso dalla piazza e, recandosi in periferia, verificare di persona che quanto criticamente denunciato dai vari esponenti non è un pretesto per guadagnare la ribalta, ma quello di manifestare il pensiero di molti sanvitesi. Sì alla giornata ecologica sul Tagliamento – consigliano infine - ma una maggiore attenzione ogni giorno sulle vie di San Vito e delle sulle sue frazioni». (a.s.)

dal Messaggero Veneto