Italian

Rifiuti, le promesse dell'assessore

SAN VITO AL TAGLIAMENTO Centis replica a Forza Italia: «Più spesso la raccolta»

22/04/2007

San Vito al Tagliamento

«Aumenterà il numero di passaggi dei mezzi di raccolta di Ambiente Servizi». L'assessore all'Ambiente, Tiziano Centis, è intervenuto all'indomani nel nuovo attacco lanciato dalle fila di Forza Italia all'indirizzo dell'amministrazione comunale per denunciare lo stato in cui si trovano le ecopiazzole di via Divisione Garibaldi e via Zuccherificio. Il problema sollevato è quello di un ammassamento di rifiuti tanto da intasare i due siti.«Probabilmente per qualche esponente politico locale, o che punterà ad esserlo in futuro ha esordito Centis - il tema dei rifiuti è preso a pretesto solo per guadagnare la ribalta e con essa la notorietà e la visibilità. Ricordo che la scelta della raccolta porta a porta avviata a San Vito, è un percorso condiviso anche negli altri 18 Comuni soci di Ambiente Servizi; Enti locali che sono guidati da schieramenti sia del centro sinistra che del centro destra. Le motivazione che hanno spinto a puntare a questo sistema di raccolta, sono riconducibili ad un macro obiettivo: migliorare l'ambiente che ci circonda». L'esponente della giunta Gregoris, ricorda poi un altro aspetto, non meno importante: i costi di smaltimento. «La scelta di puntare al porta a porta è dettata anche dalla volontà di aumentare la raccolta differenziata per conferire sempre meno in discarica e far diminuire così i costi». A poco più di un mese dall'avvio del nuovo sistema, c'è da rilevare che la differenziata è più pulita (le impurità nella carta e nella plastica è passata dal 30 al 5 per cento), il che comporta una diminuzione dei rifiuti che finiscono in discarica. «C'è, inoltre, una maggiore pulizia del territorio e una maggiore sicurezza per la tipologia dei contenitori e la loro dislocazione nel territorio».

Per quanto riguarda il tema delle due ecopiazzole, quella di via Divisione Garibaldi e di via Zuccherificio, l'assessore ribadisce che sono piccole e non possono raccogliere più di un tot di rifiuti. «In attesa che venga realizzata la nuova ecopiazzola che occuperà uno spazio di 10 mila metri quadrati (dovrebbe essere pronta per il 2008), come amministrazione comunale ci siamo già attivati per risolvere la situazione che coinvolge i due siti». È stato quindi chiesto e ottenuto che Ambiente Servizi effettui un numero maggiore di passaggi per svuotare i container. «Dalla prossima settimana, poi, è prevista l'apertura anche il martedì pomeriggio (oltre al giovedì e sabato), dell'ecopiazzola di via Divisione Garibaldi».

E.M.

dal Gazzettino on-line