Italian

Rifiuti, raccolta anche nei festivi

SAN VITO AL TAGLIAMENTO Durante eventi particolari la produzione aumenta ed è necessario intervenire

L’assessore Centis ha chiesto ad Ambiente Servizi di verificare la possibilità di garantire il servizio


19/06/2007

San Vito al TagliamentoRaccolta rifiuti a San Vito: si punta agli straordinari nei festivi. Nel frattempo, il Comune continua la campagna di controllo tra i sanvitesi per il conferimento del rifiuto umido (contenitore marrone) e del secco non riciclabile (contenitore giallo). Dopo l'estate, concluse le verifiche, il sistema tariffario sarà rivisto. L'assessore all'Ambiente, Tiziano Centis, annuncia che ha da poco incaricato la società di raccolta e smaltimento rifiuti Ambiente Servizi spa, di verificare la possibilità di garantire il servizio anche nei giorni festivi infrasettimanali.«La proposta prende spunto da una considerazione di carattere pratico è intervenuto motivando la richiesta alla multiutility, l'assessore Centis -. In occasione di eventi e/o periodi caratterizzati da produzioni anomale di rifiuti come avviene, ad esempio, a Natale o a Capodanno si è ravvisata la necessità di provvedere ad attivare il servizi di asporto dei rifiuti». Servizio che attualmente, se le giornate festive sono infrasettimanali, viene temporaneamente sospeso procurando disagi per la cittadinanza. Saltando un turno di raccolta, infatti, l'immondizia si accumula (soprattutto con l'introduzione del sistema di raccolta "porta a porta" con i suoi numerosi contenitori). Per prevenire, in futuro, maggiori disagi, Centis ha incaricato Ambiente Servizi di formulare una proposta che quantifichi la possibilità di straordinario da parte degli addetti alla raccolta anche in occasione delle giornate "speciali". Se i costi che verranno imputati al Comune saranno considerati ragionevoli, l'intenzione dell'Ente di piazza del Popolo, è di avviare, a partire dal prossimo anno, il nuovo servizio. Appare plausibile, poi, se l'iniziativa prenderà piede, che anche gli altri Comuni-soci di Ambiente Servizi aderiranno alla campagna di raccolta nei festivi.

Rimanendo sul versante rifiuti, è stato annunciato che a San Vito ha preso il via la seconda tornata di controlli tra gli utenti che conferiscono l'umido (poco meno di 2 mila utenti, su un totale di 5 mila, provvedono autonomamente allo smaltimento). Verifiche che riguardano anche il conferimento del secco non riciclabile. La "fotografia" che salterà fuori dai controlli fornirà dati utili al Comune sia per rilevare l'eventuale sacca di sommerso che per rivedere il sistema tariffario.L'intenzione dell'amministrazione comunale è di riequilibrare la ripartizione dei costi imputati in bolletta. «Dopo l'estate, si lavorerà per depotenziare il metodo attuale che calcola la bolletta basandosi sulla superficie dell'abitazione per passare, invece, a prendere come elemento di calcolo il numero dei componenti del nucleo famigliare spiegano dal Comune -. Ad avvantaggiarsi saranno gli utenti che vivono da soli come gli anziani».

La revisione del sistema, però, non deve creare l'illusione di una diminuzione generalizzata delle bollette, solo di una diversa ridistribuzione. L'Amministrazione l'ha già detto chiaramente: le bollette sono destinate ancora a crescere (soprattutto per la tendenza all'aumento dei costi di smaltimento).

Emanuele Minca

dal Gazzettino on-line