Italian

Telefoni, un piano per le antenne

SAN VITO AL TAGLIAMENTO Approvato dal Consiglio comunale il rendiconto della gestione del 2006

Sarà coinvolto anche li locale comitato contro l’elettrosmog che ha già raccolto 500 firme


24/07/2007

San Vito al Tagliamento

Via libera al rendiconto della gestione per l'esercizio 2006 del Comune di San Vito. L'opposizione boccia il documento economico. Adottato dalla quasi unanimità dell'assemblea (si è astenuto solo il consigliere Fabrizio Martin-Gruppo Misto), il piano comunale di settore per la localizzazione degli impianti di telefonia mobile.

Tra i punti principali della seduta consiliare di ieri sera c'è stata la votazione del rendiconto dell'esercizio 2006. L'organo dei revisori di conto (Santin-Ballaman-Centis) ha accertato che l'avanzo di amministrazione si è attestato a 540 mila euro con una diminuzione di circa 78 mila euro rispetto a quello del 2005.

Le principali aree di ripartizione dell'avanzo di bilancio, secondo le indicazioni fornite dal primo cittadino Gino Gregoris, andranno al settore dell'edilizia scolastica per l'ammodernamento di tutte le scuole sanvitesi e la messa in sicurezza di alcuni punti critici della rete viaria sanvitese, come, ad esempio, l'incrocio tra via Altan, via Patriarcato e via Savorgnano dove l'amministrazione cittadina ha espresso l'intenzione di costruire una rotonda nei pressi dell'ospedale cittadino.

Tra i dati più significativi del rendiconto, è stato evidenziato che il gettito Ici è rimasto sostanzialmente in linea con l'anno precedente con un aumento dello 0.9 \% (complessivamente l'entrata è stata di 2.784.512 euro). Alla voce servizi erogati dall'ente, è stato rilevato che una fonte di reddito molto propizia è la farmacia comunale, che nel 2006 ha registrato un incremento della redditività del 38 per cento. Tra le questioni sollevate, è stato messo in evidenza lo scostamento tra il bilancio di previsione dell'esercizio 2006 e il rendiconto (di circa il 60 \%).Altro punto all'ordine del giorno, l'adozione del piano comunale di settore per la localizzazione degli impianti di telefonia mobile (il documento dopo un passaggio in Regione, dovrà essere definitivamente adottato dal consiglio). Durante le dichiarazioni di voto, da più parti è stata proposta una campagna capillare di informazione sul tema (vedi scuole) e che ci sia un monitoraggio costante delle future immissioni (accolta). L'assessore Tiziano Centis ha infine raccolto l'invito del consigliere Martin di coinvolgere nella commissione di controllo del Piano anche il Comitato locale contro l'elettrosmog che ha già raccolto 500 firme contro il posizionamento delle antenne.

Emanuele Minca

dal Gazzettino on-line