Italian

Domenica a San Vito va in scena “Nabucco”

5/07/2007

SAN VITO. Sarà il Nabucco di Verdi, che verrà proposto in forma di concerto domenica 29 alle 21 in piazza del Popolo, l’evento clou dell’estate sanvitese. La celebre opera del “primo” Verdi (1842), ricca di temi patriottici e risorgimentali, sarà eseguita dalla compagnia del Teatro lirico europeo (che sta percorrendo l’Italia), con l’Orchestra filarmonica di Donetsk (Ucraina) e il coro del Teatro dell’Opera di Galati (Romania), sotto la direzione del pordenonese Eddi De Nadai. Solisti principali saranno il soprano Natalia Margarit (interpreterà Abigaille), il baritono Alfio Grasso (Nabucodonosor), il basso Ilia Popov (Zaccaria), il tenore Christian Monti (Ismaele) e Caterina Novak (Fenena). E’ lo stesso De Nadai a spiegare la decisione di eseguire l’opera in forma di concerto: «Da un punto di vista filologico non c’è niente di strano, dato che nella prima metà dell’Ottocento la regia era pressoché inesistente. Nabucco, inoltre, si presta particolarmente a questa forma: è un’opera molto incentrata sulla musica, con delle parti difficili da eseguire che richiedono una certa staticità». L’opera verrà proposta senza scenografie e allestimenti (anche per ovvi motivi economici) nella cornice del rinnovato spazio di piazza del Popolo, che, a dire di De Nadai, «ha un’ottima acustica, che non necessita dell’amplificazione». La piazza garantirà una capienza di mille presenze, e molte sono le prenotazioni già pervenute. L’amministrazione comunale sanvitese (sostenuta anche da Pro San Vito e Provincia) ha così inteso ricordare il bicentenario dalla nascita di Giuseppe Garibaldi con «la rappresentazione di un dramma lirico – ha affermato l’assessore ai beni e alle attività culturali Antonio Di Bisceglie – che riesce a coinvolgere, con i valori che rappresenta, l’animo di ogni italiano». San Vito, già nel 1907, aveva ricordato l’anniversario con la collocazione sulla torre Raimonda di una medaglia dello scultore udinese Silvio Piccini raffigurante l’eroe dei due mondi. «I temi del Nabucco – ha aggiunto De Nadai – specie quelli patriottici, ma anche quelli più attuali e universali come la libertà dall’oppressione, sono particolarmente adatti a ricordare la figura di Garibaldi». L’ingresso allo spettacolo (in caso di maltempo si terrà al coperto) è di 15 euro, con prenotazione (fino a venerdì) di 10 euro. Informazioni all’ufficio beni e attività culturali del Comune di San Vito (tel. 0434 833295).

Andrea Sartori